Trincomalee

Trincomalee città nello Sri Lanka sulla costa nord-orientale a circa 240 km dall’aeroporto di Colombo,

È la località più popolare nell’est del paese.

Si trova in una baia naturale accogliente e la più profonda al mondo, che protegge la città dai venti e rispetto ad altre località dello Sri Lanka qui il clima è più secco e caldo.

Ora Trincomalee, nonostante la lontananza dall’aeroporto Internazionale di Bandaranaike(8-12 ore), di meritare l’amore di molti turisti.

trincomalee-uppuveli-beach

Trincomalee ospita le belle spiagge di Nilaveli, Uppuveli e l’isola di Pigeon. 

Recentemente Trincomalee è diventata popolare anche come destinazione per l’avvistamento delle balene. 

I centri di immersione a Nilaveli e Uppuveli offrono al turista l’opportunità di godersi le vacanze in immersioni, snorkeling e nuoto. 

Il distretto di Trincomalee, indicato come Gokanna o Gokarna nelle cronache e nelle iscrizioni storiche, è costellato da una moltitudine di rovine di antichi templi buddisti ed è considerato un importante sito culturale e archeologico buddista dello Sri Lanka. 

Le sette sorgenti termali di Kanniya situate a soli 8 km da Trincomalee attirano folle regolari durante tutto l’anno in vista delle proprietà terapeutiche dell’acqua e delle temperature variabili da un pozzo all’altro.

Trincomalee, nella storia

Da Gokarna a Trincomalee, Mantota a Mannar e Dambakolapattuna a Jaffna, tra gli altri erano stati grandi porti marittimi dell’antico Sri Lanka dal 543 a.C. 

Trincomalee conosciuta come Gokanna, Gokarna o Siri Gonamala è un’antica città portuale marittima e, come documentato nelle cronache storiche degli stati dello Sri Lanka.

È il porto in cui il Principe Panduvasudeva, nipote del re Vijya, salpò nello Sri Lanka da Sinhapura, in India.

“Badda Kachchayana che in seguito divenne la regina del re Panduwasdeva (505-474 a.C.) con il suo gruppo di fanciulle reali sbarcò anche nel porto di Siri Gonamala. 

Era una sorella del principe Digha, il fondatore di Dighavapi.

Trincomalee durante l’era coloniale

La posizione strategica di Trincomalee l’ha resa un punto di infiammabilità durante l’era coloniale. Il lungo esercito di Trincomalee iniziò nel 1617 quando cinque navi danesi salparono nella baia di Koddiyar sotto un comandante di nome Ove Giedde.

Il secondo Rajasinghe il secondo ha un vivo apprezzamento del valore del Porto, i negoziati di Giedde si sono rivelati inutili; e salpò, lasciando dietro di sé un relitto.

I portoghesi, avendo già navigato nelle zone costiere dello Sri Lanka, decisero conquistarla, poi nel 1624 completarono la costruzione di un forte di difesa.

Questo forte – aveva solo tre bastioni, fu preso dagli olandesi nel 1639 per poi essere abbandonato poco dopo.

Nel 1675, il forte fu fortificato e chiamato Forte Federico dopo Federico il Grande.

Fa parte di quelle mura e del cancello ancora in piedi, come il punto focale di interesse per Trincomalee oltre al porto.

Trincomalee e le Compagnie Olandesi

E. T. Kannangara, in “Jaffna e l’eredità singalese” riferendosi a tempi più recenti, afferma che il trattato tra il re singalese e la compagnia delle Indie orientali olandesi firmata nel 1766 AC

Batticaloa è menzionato come Puliyanduwa e Trincomalee come Thirikunamala.

Nel 1795, una flotta britannica difese Trincomalee, apparentemente per proteggere gli olandesi dai francesi, ma sotto l’ordine segreto di catturare Trincomalee in ogni caso, per la sua crescente importanza strategica.

L’olandese tormentato, incerto su dove fosse la lealtà o l’opportunità, esitò.

Ma il colonnello James Stuart, aprendo una possibile breccia nei muri dopo un bombardamento di quattro giorni, ebbe la migliore.

E Trincomalee divenne la prima proprietà dell’Inghilterra a Ceylon.

Con l’acquisizione britannica nel 1795, la città aveva cambiato mano altre sette volte.

wwII-trincomalee

Porto di Trincomalee durante la seconda guerra mondiale

Le potenze britanniche e alleate lo scelsero come base navale principale per l’intero Sud-est asiatico e comando dell’Estremo Oriente durante la seconda guerra mondiale.

L’attacco giapponese al porto di Trincomalee nel 1942 non ebbe successo nonostante l’attacco suicida ai serbatoi di carburante.

Trincomalee

Punti di interesse

  • Tempio di Koneswaram

    trincomalee

Thirukoneswaram, o Sacro Tempio di Koneswaram, è un tempio Indù.

Il tempio si trova su un alto promontorio roccioso circondato su tre lati dal mare.

Ha una storia di oltre tre millenni con dei documenti che indicano le sue radici nel 1580 a.C.

Questo, ancora bellissimo, monumento storico è ciò che rimane di quella che una volta era una tentacolare città-tempio uguale all’antica città di Madurai, in India.

Koneswaram prende il nome dalla divinità principale del tempio, il dio indù Shiva.

Shiva, che è anche chiamato Eeshwar o Eeshwarar, regna sulla montagna del Santo Konam (Thirukonamalai (Tamil): Thiru – Santo; Konam- Nome; Malai – Montagna) dando così il nome Thirukoneshwarar (Thiru-Kona -Eeshwarar).

Si ritiene che il nome “Konam” derivi dall’antica parola tamil che significa “picco”.

Un altro nome dato al tempio è “Dakshina Kailayam”; un nome sanscrito che significa “Monte Kailash del Sud”.

Alcuni lo chiamano anche “Aathi Koneswaram”, dove “Aathi” è la parola tamil per antichità.

Thirukoneswaram è un tempio visitato da persone di molte culture e paesi.

Famoso in tutto il mondo, le persone arrivano quotidianamente dai battelli per vedere l’antico sito.

Nel tempio e nei dintorni incontrerai molti pellegrini facendo del loro meglio nell’offrire il loro servizio al Dio Shiva.

Riempendo semplicemente piccoli pacchetti di carta con Holy Ash(cenere sacra) o qualcosa di più difficile come spazzare il terreno.

Come diceva un’anziana signora, “vedere Koneswar e servirlo è una vocazione”.

  • Forte Fredrick

    forte

Forte Fredrick anche chiamato il Forte di Trincomalee, fu costruito dai portoghesi e completato nel 1624.

Costruito sulla roccia di Swami, fu distrutto dai portoghesi e ricostruito dagli olandesi.

Infine nel 1782 i britannici lo allargarono.

La fortezza è oggi utilizzata dai militari dello Sri Lanka, ma puoi esplorare la maggior parte del forte a piedi o in auto.

Cannoni assortiti e artiglieria sono sparsi intorno all’enclave, che contiene anche un piccolo numero di cervi macchiati che pascolano sotto enormi alberi di banyan.

Tra gli edifici colonnati di epoca coloniale, l’imponente dimora in stile georgiano (non aperta ai visitatori)  Wellesley House, che prende il nome da un duca di Wellington.

Risale alla fine del 1700.

C’è anche una grande statua di Buddha in piedi nel tempio di Gokana, da dove si possono ammirare splendide vedute di Trinco e della costa.

  • Museo Navale

Un grande edificio coloniale olandese del 18 ° secolo rinnovato e trasformato in un museo.

Le esposizioni al piano terra coprono la storia navale dello Sri Lanka fino ai tempi di Marco Polo.

Al piano superiore troverai molte informazioni utili sulla flora e sulla fauna della costa orientale, in particolare quella del Parco Nazionale Marino di Pigeon Island.

Ampi portici sono ottimi posti dove fermarsi e ammirare il panorama.

  • Acque termali di Kanniya

    trincomalee

A pochi chilometri da Trincomalee le “Kanniya hot water spring”, ai piedi del monastero buddista, sprigionano da 7 pozzi acqua calda termale curativa a differenti temperature.

Riempiendo dei secchi e seguendo una cronologia si lancia l’acqua in testa per eseguire il rituale. 

Trincomalee

È molto facile rispondere a questa domanda. Su tutte le nostre rotte in Sri Lanka abbiamo una visita speciale che ci distingue dalle altre agenzie di viaggio.

Crediamo fermamente nel fare un turismo equo e responsabile nello Sri Lanka. 

Per questo motivo, creiamo circuiti speciali in cui tu sei il protagonista e tutto ciò che facciamo per soddisfare i tuoi bisogni.

Siamo un’agenzia specializzata in Sri Lanka. 

Siamo qui nello Sri Lanka e qui mettiamo tutta la nostra energia affinché i viaggi allo Sri Lanka siano unici e irripetibili.

In cosa consistono i nostri circuiti dello Sri Lanka?

I nostri itinerari nello Sri Lanka sono progettati in modo da permetterti di conoscere questo paese durante le tue vacanze. 

Dal Triangolo Culturale e le montagne dal centro alla costa, senza dimenticare il magnifico Forte di Galle.

Se non sai cosa vedere in Sri Lanka, leggi i nostri circuiti classici.

Ora, se sei una persona irrequieta che ti piace scoprire, guarda nei nostri “itinerari eccezionali” per conoscere lo Sri Lanka al di fuori delle rotte convenzionali.

Lo Sri Lanka è infatti il luogo perfetto per i bambini e per le persone a cui piacciono gli animali e la natura. 

Questo paese è incredibilmente verde.

È impossibile non trovare mandrie di elefanti in safari o anche sulla stessa strada viaggiando.

È anche molto facile vedere leopardi, macachi e altri tipi di scimmie, scoiattoli giganti, sciacalli, ecc. eccetera

Inoltre, passeggiare con bambini e adulti attraverso il Giardino Botanico Peradeniya è una delizia. 

Insieme con gli alberi giganti e milioni di piante, troveremo anche scimmie e altri animali in questo immenso luogo.

Cosa consideriamo imprescindibile per conoscere lo Sri Lanka?

Se ti piacciono i monumenti, devi conoscere Anuradhapura, Polonnaruwa, Sigiriya, il Tempio d’oro di Dambulla e il Tempio del Dente in Kandy. 

Senza dimenticare altri meno importanti come Mihintale o i templi di Lankatilekka e Ambakke.

Se ti piace la natura, questo è il punto forte dello Sri Lanka. 

Non puoi perderti i safari nella riserva naturale di Yala, nel Minneriya National Park, nel Wilpattu National Park e nell’Uda Walawe. 

Oltre a Sinharaja e ai parchi marini di Pigeon Island National Park e Hikkaduwa.

Se ti piace il trekking o le escursioni puoi passeggiare nell’Horton National Park, a Haputale, a Nuwara Eliya, alle Knuckles e alle montagne del tè di Kandy.

Nel frattempo, coloro che amano le spiagge esotiche, piene di palme e alberi di cocco, offrono spiagge nell’ovest del paese come Bentota, Ambalangoda, Chilaw e Negambo. 

Puoi anche nuotare nell’Oceano Indiano nell’est del paese sulle spiagge di Trincomalee, Pasikudah, Nilaveli … 

Se ti piace fare surf puoi praticare a Arugam Bay, Weligama o Mirissa. 

E, naturalmente, abbiamo le spiagge del sud dello Sri Lanka come Tangalle, Unawatuna, Galle, Ahangama, ecc. eccetera

E se ti piacciono le città, abbiamo Jaffna, Galle Fort e Colombo dove puoi passeggiare e fare shopping tra i meravigliosi negozi e ristoranti.

In breve, abbiamo un paese con una grande varietà di climi, luoghi, culture, religioni, dove troveremo sempre sorridenti Cingalesi che ci aspettano a braccia aperte.

Venire allo Sri Lanka e non essere sorpreso è assolutamente impossibile.